Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Tragedia sull'Alta Velocità, morti i due macchinisti

Tragedia sull'Alta Velocità, morti i due macchinisti
  • a
  • a
  • a

Il Frecciarossa Av 9595 Milano-Salerno è deragliato nei pressi di Livraga, in provincia di Lodi. Oltre ai due decessi, 31 feriti, ma nessuno in pericolo di vita. I sindacati proclamano due ore di sciopero: "Un fatto gravissimo e inaccettabile"

Tragedia sull'Alta Velocità. Il treno Frecciarossa Av 9595 Milano-Salerno è deragliato nei pressi di Livraga, in provincia di Lodi, e alcune vetture si sono ribaltate. Morti i due macchinisti (Giuseppe Cicciù e Mario Dicuonzo), 31 i feriti . Il treno era  partito dalla stazione Centrale di Milano alle 5.10. Al momento dell'incidente a bordo c'erano 28 passeggeri in tutto, oltre al personale di Trenitalia.

''Poteva essere una carneficina'', ha dichiarato all'Ansa il prefetto di Lodi Marcello Cardona. Il ferito in condizioni più gravi  è un pulitore delle ferrovie, ma non sarebbe comunque in pericolo di vita. 

La Cgil nazionale ha espresso il suo dolore in un tweet:" Siamo addolorati per la morte dei due macchinisti del Frecciarossa deragliato a Lodi, siamo vicini ai feriti. Ora accertare dinamiche e responsabilità. Basta morti sul lavoro, più sicurezza".

Secondo i primi accertamenti la motrice del convoglio, dopo essere sviata dai binari per cause ancora da chiarire, sarebbe uscita dalla sede finendo prima contro un carrello o un mezzo analogo su un binario parallelo. Successivamente è finita contro una palazzina delle ferrovie. Il resto del convoglio ha invece proseguito la corsa con la seconda carrozza che ad un certo punto si sarebbe ribaltata. 

Nel punto dove è deragliato il Frecciarossa c'erano dei lavori di manutenzione in corso sulla linea Alta Velocità. Secondo quanto si apprende, l'intervento - affidato ad una ditta specializzata da Rfi - era in corso anche nelle ultime ore, proprio nel punto in cui è sviato il treno. 

I SINDACATI PROCLAMANO 2 ORE DI SCIOPERO
"Un fatto gravissimo e inaccettabile", affermano i sindacati dei trasporti Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Fast Confsal, Ugl Taf e Orsa. "La notizia della perdita di due colleghi e del ferimento di altri due e di 25 passeggeri ci addolora profondamente. Esprimiamo vicinanza e cordoglio alle famiglie dei due colleghi deceduti e auguriamo pronta guarigione ai colleghi e ai passeggeri feriti". E per domani (7 febbraio) proclamano due ore di sciopero di tutti i ferrovieri dipendenti da tutte le aziende di settore operanti sulla rete nazionale e locale a partire dalle 12.

 "È terribile – proseguono le organizzazioni sindacali – che facendo correttamente, diligentemente e con professionalità e passione il proprio lavoro si possa perdere la vita ed è ancor di più inaccettabile quando questi eventi si verificano in un sistema tra i più avanzati a livello mondiale dal punto di vista della sicurezza. Siamo stati già convocati dal gruppo Fs domani alle 12 e vogliamo capire, per quanto sarà possibile, la dinamica dell'incidente, dopodiché avvieremo tutte le iniziative del caso".