Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'iniziativa

La casa dei rifugiati

Foto: Unhcr Marko Mihaljevic
P. P.
  • a
  • a
  • a

Sunia, Unhcr e Asgi pubblicano una guida per orientarsi tra affitti, contratti, diritti e doveri dei proprietari e degli inquilini. Il vademecum, in italiano e in inglese, vuole rendere accessibile a tutti un diritto umano fondamentale come quello all'alloggio

Una guida per aiutare i rifugiati a orientarsi tra affitti, contratti, diritti e doveri dei proprietari e degli inquilini, per trovare casa senza essere ostacolati da misure discriminatorie e ricevendo l’orientamento adeguato. L’hanno messa a punto il Sunia, sindacato unitario degli inquilini e assegnatari collegato alla Cgil, l’Unhcr, l’Agenzia dell’Onu per i rifugiati, e l’Asgi, Associazione per gli studi giuridici sull'Immigrazione per offrire informazioni puntuali sull’accesso alle case popolari, sull’iscrizione anagrafica e sulla residenza, sugli strumenti di tutela a disposizione degli utenti. Le difficoltà di accesso all’alloggio rappresentano per i rifugiati uno degli ostacoli principali all’inclusione e riuscire trovare casa è un passaggio chiave per la costruzione di un percorso di autonomia efficace.

Da qui la necessità di un volume come “La casa dei rifugiati. Guida all’autonomia abitativa dei titolari di protezione internazionale”, disponibile in italiano e in inglese “che rappresenta un ulteriore contributo al riconoscimento del diritto alla casa per tutti e tutte – afferma Stefano Chiappelli, segretario generale del Sunia -. L’informazione è solo il primo passo, ma decisivo, che si aggiunge alle attività quotidiane della nostra organizzazione che contribuiscono a favorire la soluzione del bisogno alloggiativo e a promuovere la qualità dell’abitare”.

“Nel descrivere la propria esperienza in Italia le persone rifugiate evidenziano come molte difficoltà siano riconducibili alla mancanza di informazioni - dichiara Chiara Cardoletti, rappresentante Unhcr per l’Italia, la Santa Sede e San Marino -. Insieme all’inserimento lavorativo l’autonomia abitativa rappresenta un presupposto fondamentale per rafforzare l’inclusione sociale: questa pubblicazione è una cassetta degli attrezzi, utile ai rifugiati e ai molti operatori che sono impegnati nel sostenere il loro percorso di integrazione”.

“Avere una casa è un diritto umano fondamentale, senza distinzioni di etnia o nazionalità – aggiunge Lorenzo Trucco, presidente dell’Asgi -. È un dato che le persone rifugiate incontrano maggiori problemi nell’accedere al mercato immobiliare privato e agli alloggi di edilizia residenziale pubblica. Questa guida offre una panoramica della legislazione di settore e costituisce un importante vademecum per orientarsi in una materia molto tecnica e di non immediata comprensione”.

Scarica la guida sul sito del Sunia in italiano e in inglese