Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Gruppo Fs, 60mila lavoratori alle urne

Sindacati: Fs paghi premio risultato a lavoratori
Foto: Foto Filt Cgil Veneto
  • a
  • a
  • a

Da oggi a venerdì 27 novembre i dipendenti di Rete ferroviaria italiana, Trenitalia, Italferr, Ferservizi, Fs, Sistemi urbani e Italcertifer sono chiamati a eleggere 1.295 componenti Rsu e 473 Rls. Un passaggio democratico che mancava da undici anni

Da oggi, 24 novembre, e fino a venerdì 27 si tengono le elezioni di Rsu (Rappresentanze sindacali unitarie) e Rls (Rappresentanti dei lavoratori per la sicurezza) nel Gruppo Fs. I circa 60 mila lavoratori e lavoratrici di RFI, Trenitalia, Italferr, Ferservizi, FS, Sistemi Urbani, Italcertifer sono chiamati ad eleggere, dopo undici anni, in 296 collegi elettorali, 1295 componenti Rsu e 473 Rls.

Nei giorni scorsi in diverse regioni italiane la Filt Cgil ha presentato i suoi candidati. Sono quasi 200, ad esempio, quelli in corsa in Toscana, distribuiti su 31collegi (137 candidati Rsu e 54 candidati Rls). "Votare e scegliere i delegati dai luoghi di lavoro significa voler migliorare il lavoro, le condizioni di lavoro ed anche il sindacato", afferma Marco Chellini, segretario regionale Filt Toscana. "Un voto agli uomini e alle donne della Cgil – continua – significa scegliere chi conosce il lavoro nelle ferrovie pretendendo che esso sia rispettato e valorizzato. Significa anche la certezza che saranno impegnati con determinazione a costruire, con l'azione sindacale, una nuova unità fra i lavoratori". 

Numeri simili a quelli della Toscana anche in Emilia Romagna, dove la Filt Cgil presenta 135 candidati Rsu e 30 candidati Rls, in tutti i 24 collegi elettorali del territorio regionale. "Presentiamo liste elettorali che esprimono l’opportuno equilibrio tra esperienza e ricambio generazionale - spiega la Filt Cgil regionale in una nota - schierando quanto di meglio si rende disponibile, soprattutto tra le lavoratrici e i lavoratori assunti in FS nel corso degli ultimi quindici anni". 

Per Fabrizio Solari, segretario confederale Cgil, le Rsu sono un elemento di distinzione del sindacato italiano, “anche perché sono un incrocio tra gli organismi di rappresentanza di tutti i lavoratori e i terminali organizzativi delle singole confederazioni. Il testo unico dà loro dei poteri reali sulla contrattazione aziendale, che è una frontiera fondamentale, e in più concorre a rappresentare il peso specifico di ogni confederazione nella rappresentanza”.