Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Giornale Radio del Lavoro Edizione delle 11:00

  • a
  • a
  • a

A cura di Stefano Milani

  Bentrovati all’ascolto del notiziario di RadioArticolo1. In studio Stefano Milani Tragedia senza fine. Ieri tre vittime sul lavoro, tra cui un operaio deceduto in un gravissimo incidente in un cantiere navale a La Spezia. Un collega lotta tra la vita e la morte. Il servizio di Giorgio Sbordoni. Schiacciato da una pesante lastra metallica. L’ultima vittima, all'interno dei cantieri del gruppo Antonini al Muggiano della Spezia, era dipendente di un'azienda in subappalto. Coinvolto anche un collega ferito gravemente. Nelle stesse ore ad Abano Terme un netturbino ha subito la stessa sorte, schiacciato tra un bus e il proprio furgone. Proprio nel padovano, teatro, domenica, dell’incidente allo stabilimento delle Acciaierie Venete, quattro gli operai feriti, due con ustioni sul 100 per cento del corpo. Altra vittima a Gioia del Colle, nel barese, dove un sottufficiale dell’Aeronautica militare è stato travolto dal proprio mezzo - una spazzatrice - parcheggiato leggermente in salita, probabilmente senza inserire il freno a mano. Per una conta totale che arriva a 259 decessi dal primo gennaio. La strage va fermata con iniziative concrete, ha scritto la Cgil in una nota: si continua a morire per evidente mancata applicazione delle norme sulla sicurezza. Basta! Ha twittato a caldo la leader Susanna Camusso, oggi in visita a Padova, dopo aver appreso dell’incidente a La Spezia. Domani nella città ligure sciopero generale di 8 ore. Soluzione vicina. Oggi è il giorno della verità per Embraco. Al ministero dello Sviluppo economico previsto un incontro sui due acquirenti intenzionati a reindustrializzare il sito ex Whirlpool di Riva di Chieri, provincia di Torino, riassorbendo i 497 lavoratori. Per la Fiom è tempo di approfondire i piani industriali e tutelare l'occupazione. Non c’è più tempo. La Funzione pubblica Cgil denuncia l’aumento di criticità e disfunzioni all’ospedale Giglio di Cefalù, provincia di palermo. Interventi operatori rinviati per guasti tecnici,  carenza di medicinali, antibiotici e attrezzature sanitarie, improvvisazione nell'organizzazione delle attività ambulatoriali, fuga continua di medici e infermieri verso altre strutture. Chiesto un incontro urgente all'assessore alla Salute della Regione siciliana.   RiCibo, l’app antispreco che unisce negozianti, associazioni e volontari. Nasce un’applicazione per smartphone che permette di non buttare l’alimento trasformandolo da rifiuto in risorsa. L’hanno progettata un gruppo di 26 studenti dai 15 ai 19 anni dell’Hensemberger di Monza, indirizzo informatica e telecomunicazioni. Facce e martello. Sugli scaffali per l’editore indipendente ChiPiùNeArt una storia di uomini e di lavoro. Un'officina, la tuta blu, le mani sporche, e i tanti mestieri di una vita. Il racconto di una vita attraverso lo sguardo della periferia romana. Ai nostri microfoni l’autore, Livio Curatella. (sonoro) Mille arresti in 7 giorni. E’ una vera e propria retata di massa quella compiuta dal governo turco nell’ultima settimana sotto lo stato d'emergenza post-golpe. 1.123 persone sono finite in carcere in tutto il Paese con accuse di terrorismo, secondo il ministero degli Interni. Dal luglio del 2016, stima l'Onu, Istanbul ha proceduto ad almeno 160mila arresti. E’ tutto. Per riascoltarci e saperne di più RadioArticolo1.it