“Senza diritti non c’è lavoro. C’è solo produzione, profitto e guadagno”. Così il drammaturgo Stefano Massini esprime il suo supporto ai quesiti referendari proposti dalla Cgil. “Perché – prosegue – il lavoro ha a che fare con gli esseri umani” e per questo deve partire dai diritti e dalla democrazia.

Leggi anche

Lavoro

Referendum sul lavoro: dove, come, quando e perché firmare

È in corso la campagna di raccolta firme promossa dalla Cgil. Dai banchetti al portale: metterci la firma per cambiare davvero

Referendum sul lavoro: dove, come, quando e perché firmare
Referendum sul lavoro: dove, come, quando e perché firmare