Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Fermiamo la strage

Torino, edile muore in seguito a una caduta in cantiere

Foto: Remo Casilli / Sintesi
  • a
  • a
  • a

L'uomo, di origine brasiliana, aveva 43 anni. Il decesso in seguito ai gravi traumi riportati

Infortunio mortale sul lavoro questo pomeriggio a Torino. A perdere la vita un operaio di 43 anni di origine brasiliana mentre stava lavorando in un cantiere. Secondo le prime informazioni, l'uomo, impegnato nel rifacimento di un tetto dell'Istituto scolastico Maria Consolatrice in via Caprera, si trovava sul cestello e, per cause ancora in corso di accertamento, sarebbe rimasto, in seguito a una caduta, con la testa schiacciata. Ora si attende l'arrivo del medico legale. Inutili i soccorsi, il lavoratore è deceduto sul posto per i gravi traumi riportati. Sul posto, insieme a sanitari e vigili del fuoco, i carabinieri e i tecnici dello Spresal per ricostruire la dinamica dell'accaduto.

"Questo incidente è l'ennesima tragedia in un settore, a distanza di soli quattro giorni dai fatti di Busano", è il commento della Fillea Cgil di Torino e della Feneal Uil del Piemonte che hanno firmato un comunicato congiunto, esprimendo il proprio cordoglio alla famiglia della vittima e offrendo il proprio sostegno sindacale. 

Le sigle di rappresentanza del settore edile chiedono un intervento urgente e risoluto, sia nell'applicazione delle norme esistenti che nel controllo dei luoghi di lavoro da parte degli organi ispettivi.