Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'intesa

Ai rider il contratto della logistica

Rider in piazza per i diritti © Marco Merlini Roma, 30 ottobre 2020 Giornata di mobilitazione nazionale dei rider con Cgil, Nidil, Filt, Filcams, Union e altre sigle sindacali contro l'accordo tra Assodelivery e Ugl
Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

L'estensione resa possibile dal protocollo siglato da sindacati e associazioni datoriali. Filt Cgil: abolizione del cottimo, orario garantito, malattia, ferie, sicurezza e diritti sindacali devono essere riconosciuti a tutti i ciclofattorini

Estensione del contratto della logistica a tutti i rider, compresi quelli che operano per le piattaforme digitali. Uno strumento importante per contrastare il contratto "truffa" sottoscritto da Ugl con Assodelivery. Lo rende noto la Filt Cgil che annuncia di aver inviato al Cnel e al ministero del Lavoro il relativo protocollo sottoscritto il 2 novembre scorso dalle organizzazioni sindacali confederali dei trasporti e le associazioni datoriali del settore.

Secondo la Filt Cgil “elementi quali l’orario di lavoro minimo garantito, la paga base, l’abolizione del cottimo, tredicesima e quattordicesima, Tfr, integrazione salariale in caso di malattia e infortunio, maternità e paternità, ferie, permessi, diritti sindacali, maggiorazioni per particolari condizioni ed orari, rimborso spese per uso del mezzo proprio, dispositivi di protezione individuale, contrattazione di secondo livello devono essere garantiti a tutti i rider”.

Per il sindacato “si tratta di un passo in avanti per l’affermazione dei diritti fondamentali e di un trattamento contrattuale vero ad una categoria di lavoratrici e lavoratori deboli e, fino ad ora, scarsamente tutelata”.