Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'allarme

Comuni a rischio, servono risorse e assunzioni

Foto: CassadeyFedel, Fickr
  • a
  • a
  • a

Il sindacato di categoria: "Senza interventi urgenti molti enti saranno costretti a chiudere i servizi. Servono subito fondi e personale"

Il funzionamento dei Comuni italiani è sempre più a rischio: servono risorse e assunzioni. “Il sistema delle autonomie soffre già da molti anni di una crisi finanziaria che rischia di compromettere gravemente la garanzia di servizi essenziali. Servono interventi urgenti, a partire dall’assunzione di personale”. Così la Fp Cgil commenta quanto emerge dal Rapporto Ca' Foscari sui Comuni presentato oggi. Rapporto che, per il sindacato, “offre uno spaccato drammatico di ciò che denunciamo da tempo”.

Per la Funzione pubblica Cgil, “se non si interviene subito, molti enti saranno costretti a chiudere i servizi. Alle condizioni finanziarie drammatiche in cui versano tanti enti si aggiunge purtroppo una dato drammatico che riguarda la carenza di personale. Negli ultimi dieci anni, infatti, si sono persi centomila lavoratori per effetto dei diversi blocchi delle assunzioni e tardano a mettersi in moto le procedure di selezione anche a causa della crisi sanitaria che stiamo attraversando”.

Per queste ragioni, prosegue, “riteniamo urgente rimuovere con il primo provvedimento utile tutti i vincoli sulle assunzioni, che oggi gravano sul sistema e che rischiano di ridurre le capacità assunzionali a causa delle minori entrate che, inevitabilmente, si riscontreranno nel corso del 2020. Servono risorse e personale per rendere efficaci le tante competenze demandate agli enti locali”, conclude la Fp.