Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Scuola

«Basta polemiche, a noi interessa il merito»

Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

Gianna Fracassi, vice segretaria della Cgil, risponde alla ministra Azzolina: "Si apra confronto a partire dalle risorse del recovery fund"

“Non comprendiamo a cosa si riferisca il ministro quando parla di resistenze. Abbiamo sempre dato massima disponibilità al confronto nell’interesse della scuola a partire dai protocolli sulla sicurezza sottoscritti solo pochi giorni fa”. Così il vice segretario generale della Cgil, Gianna Fracassi, replica al ministro dell’Istruzione. “La tutela  di chi consente tutti i giorni al sistema dell’istruzione di funzionare, cioè i lavoratori e le lavoratrici - tanti di essi precari -, dovrebbe essere interesse non solo del sindacato. Per questo riteniamo francamente incomprensibili le resistenze e le polemiche strumentali sulla stabilizzazione del personale”, aggiunge Fracassi.

“Non appartiene alla nostra organizzazione utilizzare la strada dei ricorsi e delle diffide per fare politica sindacale: ci si rivolga ad altri. A noi interessa il merito: la scuola deve essere prioritaria e centrale nell’agenda politica ed economica del paese a partire dalle risorse del recovery fund. Si apra il confronto su questa occasione storica per il futuro del nostro paese”, conclude il vice segretario generale della Cgil.