Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Giornale Radio del Lavoro Edizione delle 13:00

  • a
  • a
  • a

A cura di Davide Colella

Bentrovati all’ascolto del notiziario di RadioArticolo1. In studio Davide Colella. Morire da schiavi. Ucciso dalle esalazioni di monossido di carbonio sprigionate da un rudimentale braciere acceso per proteggersi dal freddo. Ousmane Kourouma, 23 anni, pastore originario della Guinea, è stato trovato privo di vita in una stalla di Goriano Sicoli, in provincia dell'Aquila. Per la Camera del lavoro l'ennesima vittima di un settore segnato da un alto tasso di sfruttamento. Il Paese frana. I violenti effetti del cambiamento climatico sono sotto gli occhi di tutti: fiumi che straripano, città inondate, viadotti caduti, colture distrutte, economia in ginocchio. Ne abbiamo parlato con Simona Fabiani della Cgil. (sonoro) Blocco totale. A Genova nuovo stop di due ore per le maestranze del terminal container Psa del porto, il più grande di tutto il capoluogo ligure. Gli operai incrociano le braccia per ottenere una rimodulazione delle ore di riposo. Difficile la situazione sul fronte dell’autotrasporto con i Tir in fila fuori dai varchi. In corso un incontro in Prefettura per trovare soluzioni alle criticità sull’intero nodo stradale e autostradale del ponente cittadino. In cerca di tutele. A Brindisi, preoccupazione dei dipendenti della Abaco, società impegnata nella riscossione dei tributi comunali. L'amministrazione municipale ha annunciato l'internalizzazione di parte del personale, ma i sindacati chiedono di istituire la clausola sociale per salvaguardare tutti i 20 lavoratori. Freno a mano. Un taglio da 9.500 posti di lavoro entro il 2025. Questo il cuore del nuovo piano industriale della casa automobilistica tedesca Audi presentato nelle scorse ore. Il provvedimento per conseguire un risparmio da 6 miliardi di euro entro i prossimi dieci anni. Biella ci ripensa. Liliana Segre avrà la cittadinanza onoraria. Il servizio di Stefano Milani. Centinaia di cittadini biellesi hanno riempito ieri sera la piazza del municipio dove si riuniva il consiglio comunale che stava discutendo la mozione dell'opposizione per conferire la cittadinanza onoraria a Liliana Segre, testimone della Shoah e superstite dell'Olocausto. L'assemblea ha votato un nuovo provvedimento, privo di riferimenti politici, sottoscritto da tutti i consiglieri di maggioranza e di opposizione. L'eco mediatica causata dall'onda di indignazione della città e il rifiuto del presentatore televisivo Ezio Greggio che ha messo alla berlina l'amministrazione leghista hanno portato il sindaco ad annunciare una netta marcia indietro. La richiesta di assegnare a Liliana Segre la cittadinanza onoraria è arrivata, come in altri comuni, in seguito alle minacce ricevute dalla senatrice a vita, a cui è stata assegnata la scorta. È tutto. Per riascoltarci e saperne di più RadioArticolo1.it