Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Milano

Orafi e argentieri, il 4 novembre è sciopero

  • a
  • a
  • a

“Per otto ore al giorno produciamo oggetti di lusso, ma il nostro salario è rimasto al palo. Per questo, rivendichiamo il rinnovo del ccnl, scaduto da oltre un anno”, sostengono i lavoratori, che hanno deciso di dare corpo alla mobilitazione volantinando in una delle strade più 'preziose' del capoluogo meneghino, via Montenapoleone

Il contratto nazionale di lavoro del settore orafi e argentieri è scaduto da oltre un anno, le retribuzioni dei lavoratori sono inferiori sia a quelle dei lavoratori metalmeccanici che a quelle del settore tessile/abbigliamento, ma la proposta di aumento salariale di Federorafi è assolutamente inaccettabile.

Per convincere la controparte a discutere di aumenti dignitosi, per giovedì 4 novembre è stato proclamato sciopero in tutte le aziende del comparto. Le lavoratrici e i lavoratori di Milano hanno deciso di dare corpo alla mobilitazione volantinando in una delle vie più 'preziose' della città, via Montenapoleone.

“Per otto ore al giorno produciamo oggetti di lusso – recita il volantino -, ma il nostro salario è rimasto al palo. Per questo, rivendichiamo il rinnovo del nostro ccnl scaduto da oltre un anno”.