In evidenza:
Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Il video

La lunga notte dello spettacolo

Ivana Marrone
  • a
  • a
  • a

Il 27 marzo doveva essere il gran giorno. Quello in cui, pur con tutte le dovute limitazioni e le norme rigide, il cuore pulsante dello spettacolo avrebbe dovuto ricominciare a battere. Cinema e teatri resteranno, invece, chiusi, fino a data da destinarsi. 1205 cinema, quasi 5.500 teatri. E i numeri si moltiplicano, se si considera anche la musica dal vivo e tutto il comparto della event industry. Luoghi, un tempo risuonanti di arte, di vita e di lavoro. Ora silenziosi e stanchi, come gli oltre 400mila professionisti dello spettacolo fermi da più di un anno.