Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Vigili del fuoco: «Servono risposte dal governo»

Vigili del fuoco: «Servono risposte dal governo»
Foto: Foto di Simona Caleo
  • a
  • a
  • a

Massiccia partecipazione al presidio a Montecitorio di Fp Cgil Vvf, Fns Cisl e Uil Pa Vvf. "Ora risorse nella legge di Bilancio e assunzioni. Dobbiamo raggiungere una dotazione organica di almeno 40 mila unità". Sciopero nazionale il 21 novembre

Risorse per garantire diritti, salario e tutele ai Vigil del Fuoco nella legge di Bilancio. Questa in estrema sintesi la rivendicazione alla base della giornata di mobilitazione unitaria, promossa da Fp Cgil Vvf, Fns Cisl e Uil Pa Vvf, dei Vigili del Fuoco e che ha visto oggi una massiccia partecipazione al presidio in piazza Montecitorio a Roma.

"Siamo qui in piazza a Roma, come in tante altre piazze del Paese, per rivendicare diritti, salario e tutele", afferma il responsabile nazionale della Funzione Pubblica Cgil Vigili del Fuoco, Mauro Giulianella dal presidio. Per il dirigente sindacale "servono risorse nella legge di Bilancio per valorizzare e retribuire adeguatamente i Vigili del Fuoco, anche dal punto di vista previdenziale; così come sul fronte delle tutele rivendichiamo risposte da parte del governo: non abbiamo l'assicurazione Inail, bisogna intervenire prevedendo risorse".

Inoltre, prosegue Giulianella, "c'è bisogno di assunzioni: dobbiamo raggiungere una dotazione organica di almeno 40 mila unità e nella legge di Bilancio non c'è nulla su questa necessità. Infine, bisogna assolutamente rinnovare il contratto, scaduto ormai da un anno", conclude ricordando il prosieguo della mobilitazione unitaria dei Vigili del Fuoco, a partire dallo sciopero nazionale in programma il prossimo 21 novembre.