Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Referendum sul lavoro: costituito il Comitato per il Sì

Referendum sul lavoro: costituito il Comitato per il Sì
Foto: Susanna Camusso, presidente del Comitato per il Sì
  • a
  • a
  • a

È presieduto da Susanna Camusso e ne fanno parte tutti i membri della segreteria nazionale. Insieme a loro, la presidente del comitato direttivo Morena Piccinini, esponenti dell'area organizzativa e i giuristi Vittorio Angiolini e Umberto Carabelli

Costituito quest’oggi, 16 gennaio, il Comitato per il Sì ai due referendum popolari sul lavoro promossi dalla Cgil per l’abrogazione dei voucher e per la responsabilità solidale in materia di appalti.

Il Comitato è presieduto dal segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, e composto da tutti i membri della segreteria confederale, Nino Baseotto, Vincenzo Colla, Rossana Dettori, Gianna Fracassi, Roberto Ghiselli, Franco Martini, Giuseppe Massafra e Tania Scacchetti; dalla presidente del Comitato direttivo Morena Piccinini; dai giuristi Vittorio Angiolini e Umberto Carabelli. Del Comitato fanno parte anche Gianfranco Fattorini, Barbara Apuzzo, e Moulay El Akkioui, dell’area organizzazione della Cgil.

LEGGI ANCHE: 
​Nidil: "Pagati con scontrini alimentari" | Podcast
Con due sì tutta un'altra Italia
Camusso: siamo in campagna elettorale

Intanto, prosegue l'impegno della Cgil anche sull'altro asse della sua iniziativa legislativa: la Carta dei diritti universali del lavoro. Il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, incontrerà domani, martedì 17 gennaio, alle ore 18, proprio per illustrare i contenuti della proposta di legge, il Gruppo misto del Senato.

"L’obiettivo del sindacato - si legge in una nota di Corso d'Italia - è quello di aprire una discussione parlamentare sulla proposta di legge e nei prossimi giorni sono previsti incontri con altri gruppi parlamentari di Camera e Senato. Lo scorso  29 settembre una delegazione della Cgil, guidata da Susanna Camusso, è stata ricevuta dal presidente della  Camera, Laura Boldrini, e ha consegnato 1 milione 200 mila firme certificate per la proposta di legge di iniziativa popolare sulla Carta dei diritti universali del lavoro, messa a punto dallo stesso sindacato e sostenuta dai quesiti referendari.

GUARDA ANCHE:
Storie di voucher (VIDEO)
Storie di appalti (VIDEO)