Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Asp (Lazio), ancora nulla di fatto per precari

  • a
  • a
  • a

"Ancora nulla di fatto per gli 86 precari storici dell'Agenzia di sanità pubblica (Asp), che da mesi aspettano la stabilizzazione dopo oltre 20 anni di precarietà al servizio della Regione Lazio”. A dirlo sono i segretari generali Fp Cgil Roma e Lazio, Cisl Fp Lazio, Uil Fpl Roma Lazio (Natale Di Cola, Roberto Chierchia e Sandro Bernardini), ricordando che “nonostante un accordo firmato il 17 giugno prevedesse la chiusura della partita entro il 31 luglio, la firma del contratto non arriva. L'accordo, che per responsabilità abbiamo firmato nonostante non rispondesse alle piene aspettative dei lavoratori, prevede però un percorso di stabilizzazione per portare all'assunzione full-time per tutti dal 1 gennaio 2019”. I sindacati rimarcano di aver “atteso l'adozione del Piano del fabbisogno, arrivata in ritardo a inizio agosto, con le comprensibili difficoltà sopraggiunte con il terremoto. Ma adesso chiediamo alla Regione Lazio, al presidente Nicola Zingaretti e all'Assessore a Lavoro e personale Lucia Valente, di chiarire le ragioni di tale ritardo, che lascia ancora una volta nell'incertezza i lavoratori, e i tempi con cui si intende tener fede agli impegni presi. Il tempo è scaduto, come la pazienza dei lavoratori, e senza risposte ricominceremo la mobilitazione, senza escludere il ricorso alle vie legali, per veder riconosciuto quell'accordo".