Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Giornale Radio del Lavoro Edizione delle 11:00

  • a
  • a
  • a

A cura di Davide Colella

Bentrovati all’ascolto del notiziario di RadioArticolo1. In studio Davide Colella. Futuro in bilico.  Al Ministero dello sviluppo economico, governo, sindacati e proprietà intorno a un tavolo per discutere delle prospettive di Piaggio Aerospace. Dopo il rinvio della scorsa settimana, sciopero e presidio sotto la sede del dicastero con sindaci, presidente della Provincia e consiglieri regionali. Le maestranze chiedono a Palazzo Chigi l'attivazione della commessa droni, l’opportunità di sviluppo più realistica per salvare 1.200 dipendenti. Andrea Pasa, segretario generale della Camera del lavoro di Savona. (sonoro) Un netto no. A Bari, adesione totale allo sciopero di otto ore dei poligrafici impiegati presso Dedalo Litostampa Srl. A fine anno scadrà la commessa per il quotidiano "La Repubblica" e l’azienda ha paventato una compressione del costo e del peso del lavoro. A tasche vuote. Il 2018 volge al termine ma i pescatori italiani sono ancora in attesa di ricevere l’indennità giornaliera per il fermo biologico dello scorso anno. Per le federazioni del settore agroalimentare una situazione paradossale per un settore in enorme difficoltà. Al governo chiedono tempi certi per l’erogazione. Assunzione sotto l'albero. Dopo una lunga mobilitazione, si avvia il processo di stabilizzazione degli oltre 1200 precari del CNR. Una battaglia che ha visto in prima fila la Federazione dei lavoratori della Conoscenza della Cgil per rivendicare i diritti di uomini e donne da anni in questa condizione. Il primo blocco di 1064 ricercatori sarà assunto entro il prossimo mese di dicembre. Essere bambini è un diritto. Cade oggi la Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza. Il servizio di Giorgio Sbordoni. A quasi 30 anni dalla Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dei minori, c’è ancora molto bisogno di celebrare una Giornata Mondiale dedicata a ribadirne i principi. Gli stessi approvati dall’Assemblea Generale del 20 novembre 1989 e ratificati in Italia nel 1991: non discriminazione, superiore interesse dei bambini, diritto alla vita, alla sopravvivenza e allo sviluppo, rispetto per la loro opinione. Invece, la condizione descritta dagli ultimi rapporti Onu e Istat e pubblicata da Save the Children è ancora preoccupante, anche in Italia. Povertà, emarginazione, scarsa scolarizzazione, violenza e abusi non riguardano solo i figli di chi vive dall’altra parte del mondo. Riguardano anche i nostri, quelli che abitano nei quartieri meno agiati delle grandi città: Milano, Napoli, Palermo, Torino. Lo conferma il IX Atlante dell’infanzia a rischio: non sono solo le condizioni economiche del nucleo familiare a pesare sul loro futuro. L’ambiente in cui vivono ha un enorme impatto nel condizionare le loro opportunità di crescita. Ultimo saluto. E' morto a Treviso il Comandante Eros, partigiano combattente che rifiutò la medaglia al valore assegnatagli per le ferite durante un combattimento sulle Prealpi Trevigiane, chiedendo che fosse attribuita a un compagno caduto. Umberto Lorenzoni aveva 92 anni: durante la guerra partigiana militava nella divisione “Nino Nannetti” del battaglione “Castelli” della Brigata Piave. Secondo l'Anpi è stato un esempio per molti giovani che, nel corso degli anni, hanno voluto combattere le ingiustizie e difendere gli ultimi. E’ tutto. Per riascoltarci e saperne di più RadioArticolo1.it