Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Contratto

Aziende tpl non erogano una tantum

Foto: Simona Caleo
  • a
  • a
  • a

Malorgio, Filt Cgil: "Ignorata la seconda tranche contrattuale pari a 250 euro, concordata con le associazioni datoriali all'atto del rinnovo. I lavoratori meritano un trattamento diverso"

"Mentre il Governo comunica l'estensione dei fringe benefit come misura contro il caro bollette, le associazioni datoriali del trasposto pubblico locale, in controtendenza rispetto alle misure sul carovita, ci informano di non voler erogare, a novembre, la seconda tranche dell'una tantum contrattuale, pari a 250 euro". Lo dichiara il segretario generale della Filt Cgil, Stefano Malorgio, affermando che "le lavoratrici e i lavoratori del settore meritano un trattamento diverso".

Secondo il dirigente sindacale, "non si può chiedere esclusivamente ai lavoratori di assumersi continue responsabilità, relegando sempre più spesso gli autoferrotranvieri in situazioni di difficoltà economica. La conseguenza è una diffusa disaffezione e un'evidente fuga dal lavoro nel settore, indebolendo un servizio pubblico collettivo che deve essere al centro della transizione green".