Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

La mobilitazione

Azzola (Cgil Roma e Lazio): «Questa non è la strada giusta da percorrere». Il 27 novembre sindacati regionali in piazza contro la manovra

Sofia Cherici, Giorgio Sbordoni
  • a
  • a
  • a

Appuntamento a Santi Apostoli alle ore 10:00. Le conclusioni saranno affidate al segretario generale della Cgil, Maurizio Landini

"No, non sta andando tutto bene, questa non è la strada giusta da percorrere". Chiaro e diretto il messaggio che il segretario generale della Cgil Roma e Lazio, Michele Azzola, manda al Governo, affidandolo a un breve video appello per chiamare i lavoratori, i pensionati e i cittadini della Capitale alla partecipazione in vista della manifestazione unitaria di sabato prossimo, 27 novembre, a Piazza Santi Apostoli, ore 10:00.

Inserito nel quadro delle mobilitazioni regionali costruite in queste settimane da Cgil, Cisl e Uil su tutto il territorio nazionale, il presidio della Capitale verrà concluso dal segretario generale della Cgil, Maurizio Landini. Una manovra sbagliata, ripetono i sindacati, battendo pancia a terra i luoghi di lavoro, organizzando decine e decine di assemblee nelle fabbriche, negli ospedali, nei poli della logistica, negli outlet, nelle camere del lavoro o sulle piattaforme online, per spiegare, punto per punto, perché su temi come le pensioni o il fisco la direzione che il governo ha dato a questa manovra deve essere corretta.

"Una manovra che non cambia il Paese, inadeguata, che dopo l'aumento delle diseguaglianze esploso con il virus, non si occupa delle fasce più deboli", dice Michele Azzola. "Protesteremo finché non cambieremo il modello di sviluppo di questo Paese".