Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Pnrr

«Dai 5 stelle emendamenti vicini alle nostre richieste»

Foto: Fabio Fiorani / Sintesi
  • a
  • a
  • a

Al via gli incontri di Cgil, Cisl e Uil con i gruppi parlamentari: in mattinata il Movimento, nel pomeriggio il Pd. Landini: consonanza su “blocco dei licenziamenti, estensione dei contratti di solidarietà, condizionalità dei sostegni alle imprese al mantenimento dell'occupazione, contratti di espansione e governance del Piano nazionale"

È iniziato stamani (lunedì 7 giugno) il ciclo di incontri dei segretari generali di Cgil, Cisl e Uil con i gruppi parlamentari di Camera e Senato sul Piano nazionale di rilancio e resilienza. Il primo vertice si è tenuto alle ore 9 con i rappresentanti del Movimento 5 stelle nelle Commissioni Lavoro, cui i sindacati hanno presentato le proprie proposte di modifica e implementazione su Recovery plan, decreto Sostegni bis, ammortizzatori sociali e blocco dei licenziamenti. Il secondo vertice della giornata è previsto alle ore 15 con la delegazione del Partito Democratico guidata dal segretario Enrico Letta.

“Il Movimento 5 stelle ha mostrato disponibilità a presentare emendamenti che vadano in direzione delle nostre richieste”, ha detto il segretario generale Cgil Maurizio Landini alla fine dell’incontro, in particolare sui temi del “blocco dei licenziamenti, estensione dei contratti di solidarietà non solo a chi ha perso il 50 per cento del fatturato ma a tutti, condizionalità dei sostegni alle imprese al mantenimento dell'occupazione, contratti di espansione e governance del Piano nazionale”.

Il segretario generale Cgil, infine, ha rilevato che “l’iter di approvazione parlamentare del decreto Sostegni bis andrà oltre il 30 giugno, e questo pone l'ulteriore problema delle imprese che potranno iniziare a licenziare dal 1° luglio”. Su questi temi, ha concluso Landini, il governo “deve riaprire il confronto”.