Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Svizzera

Se 3500 euro vi sembran pochi

CoronaSuisse. Il Capitale ignora il virus e i diritti
Foto: svizzera
  • a
  • a
  • a

Con un referendum la repubblica elvetica alza il salario minimo e lo fa diventare il più alto al mondo

La maggioranza è stata schiacciante. Il 58,15% degli elettori svizzeri ha approvato la proposta di portare il salario minimo ad almeno 23 franchi (21 euro) l'ora per 41 ore di lavoro a settimana. A conti fatti si tratta di 3 500 euro. Un voto che soddisfa le richieste del sindacato e dei partiti progressisti e che arriva a sei anni dalla bocciatura con un referendum federale.  In piena pandemia e con gli effetti del coronavirus che gravano anche sull'economia elvetica, è decisamente una buona notizia per le famiglie e i lavoratori più vulnerabili, aumentati in questi mesi soprattutto tra i cittadini di origine straniera. La riforma, votata domenica 27 settembre, entrerà in vigore il 17 ottobre. A beneficiarne saranno circa 30 000 addetti con basso salario, due terzi dei quali donne.