Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Il video

Tre storie di ordinario sfruttamento

Fabrizio Ricci
  • a
  • a
  • a

A Perugia alcuni giovanissimi si sono rivolti alla Filcams Cgil per denunciare le condizioni di lavoro inaccettabili che hanno subiìo quest'estate nel settore della ristorazione. Le loro parole confermano l'urgenza di un nuovo modello di filiera

Prima di accusare i giovani di essere degli sfaticati e di non voler lavorare bisognerebbe ascoltare le loro storie. È quello che ha deciso di fare la Filcams Cgil di Perugia, raccogliendo e rilanciando il racconto di tre giovanissimi lavoratori che si sono rivolti al sindacato per denunciare le condizioni di profondo sfruttamento che hanno dovuto subire quest’estate, lavorando nel settore della ristorazione. Quello che viene fuori è purtroppo uno spaccato di realtà drammatico, ma assolutamente comune: lavoro nero o grigio, paghe da fame, condizioni di lavoro estreme, totale mancanza di riconoscimento dei diritti più elementari. 

Nel turismo in Italia il 70% di lavoro è irregolare, il 40% precario e il 60% a tempo parziale, con retribuzioni notevolmente più basse rispetto a qualsiasi altro settore economico e produttivo. Per cambiare questo inaccettabile stato di cose la Filcams Cgil ha lanciato nella scorsa estate la campagna “Mettiamo il turismo sottosopra”: un'iniziativa che vuole porre al centro il lavoro per migliorare la situazione di milioni di addetti del settore, garantendo loro diritti e tutele, per approdare a una nuova normalità, a un lavoro nuovo e a un nuovo modello di filiera più sostenibile e responsabile con l’obiettivo di determinare, anche attraverso il rinnovo dei contratti nazionali, le condizioni per un'occupazione stabile, regolare e dignitosa.

Leggi anche

L'intervista

«Per un nuovo modello sociale sostenibile»

Emanuele Di Nicola

Facciamo il punto con Maria Grazia Gabrielli, segretaria generale della Filcams. Il sindacato di categoria ha avviato due campagne importanti sul turismo, Destinazione Sud dedicata alle regioni del Mezzogiorno, e Turismo Sotto Sopra