Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'iniziativa

Il lungo addio a Yusupha

Carlo Ruggiero
  • a
  • a
  • a

Flai e Cgil Foggia hanno dato l'ultimo saluto al bracciante gambiano morto nell'incendio del Gran ghetto di Rignano. Commemorazione davanti alla Camera del Lavoro e corteo per le strade. La rabbia dei migranti: "È una vittima dei decreti Salvini. Aveva un permesso di soggiorno, ma poi è diventato carta straccia. Oggi un documento vale più della nostra vita"

Mercoledì 3 agosto la Flai e la Cgil di Foggia hanno dato l’ultimo saluto a Yusupha Joof, giovane lavoratore agricolo del Gambia morto nel rogo divampato nel Gran Ghetto. Era il 27 giugno quando perdeva la vita tra le fiamme, nell’ennesima tragedia. I funerali, non sono stati semplicemente un’espressione collettiva di solidarietà e vicinanza nei confronti di Yusupha e delle migliaia di lavoratori agricoli migranti sfruttati, emarginati e relegati in quei veri e propri inferni a cielo aperto che sono gli accampamenti rurali informali. È seguita una manifestazione di protesta che, partendo dalla camera del lavoro di Foggia, ha raggiunto la prefettura locale. La Flai denuncia ancora una volta, con forza, l’orrore dei ghetti, dello sfruttamento e la pessima normativa sull’immigrazione nel nostro Paese.