Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Industria

Energia e petrolio, il contratto è da rinnovare

Un operaio elettrico nell'Italia del virus
Foto: Mimi_K (da flickr)
  • a
  • a
  • a

Falcinelli, Filctem Cgil: "Visto il clima che sta attraversando il Paese, transizione energetica e digitale su tutti, è necessario chiudere rapidamente il contratto in questa fase, proprio per gestire insieme i riflessi di questi profondi cambiamenti"

“Il mercato, oggi, con quello che sta accadendo nel mondo, non si regolamenta da solo. Senza un orientamento giusto della politica, il mercato rischia di scivolare in una dimensione troppo 'mercatista', ovvero troppo vicina alle logiche liberiste e poco vicina alle istanze di una sana politica industriale”, ha detto Marco Falcinelli, segretario generale della Filctem Cgil, nel suo intervento al tavolo per il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, settore energia e petrolio, aperto questa mattina a Roma.

“Visto il clima che sta attraversando il Paese - ha proseguito-, transizione energetica e digitale su tutti, è necessario rinnovare il contratto in questa fase, proprio per gestire insieme i riflessi di questi profondi cambiamenti. Dobbiamo, infine, riuscire a fare presto in questo processo di rinnovo contrattuale, perché affrontare una contrattazione in un clima reso incerto da questi problemi rischia di complicare la negoziazione”: ha concluso Falcinelli.