Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'iniziativa

Torino, al via la Settimana del Lavoro 2022 - Verso la Sostenibilità

Foto: Marco Merlini
Giustina Iannelli
  • a
  • a
  • a

A cura dell'Ismel (Istituto per la Cultura e la Memoria del Lavoro). Fondato nel 2008, l'Ismel è un centro archivistico-bibliotecario, di documentazione e ricerca, in cooperazione fra istituti culturali e realtà sociali, tra cui Cgil Cisl Uil Torino

È possibile mantenere un livello desiderabile di occupazione stabile e di sviluppo economico-sociale salvaguardando l’ambiente? Quali investimenti sono necessari per creare nuove opportunità di lavoro e per ripensare quelle tradizionali? Quale cultura del lavoro e della solidarietà è necessaria per uscire dalla crisi ecologica? Quali livelli di governance sono richiesti? Sono alcuni dei temi che verranno affrontati e discussi nell’ambito della “Settimana del Lavoro 2022 - Verso la sostenibilità”, organizzata dall’Ismel di Torino, l'Istituto per la Memoria e la Cultura del Lavoro, in programma da oggi, lunedì 21 marzo, al 26 marzo al Polo del ‘900. Si tratta di ragionare in modo approfondito su un’utopia concreta: unire lavoro di qualità e sviluppo sostenibile.

Saranno 6 giorni di incontri pubblici dal vivo e online, con un ricco calendario di iniziative che coinvolgono docenti, ricercatori, manager, rappresentanze politiche, sindacali e sociali per dialogare sulla complessità di quest’argomento. La settimana coincide, tra l'altro, con lo sciopero globale per il clima (Fridays For Future) del 25 marzo al quale la Cgil Torino parteciperà attivamente.

Andare verso la sostenibilità non è un processo che dipende da una singola soluzione, ma un mosaico costituito da una miriade di interventi che si affiancano per definire il panorama del futuro e che possono avere effetti contraddittori. La “Settimana del Lavoro - Verso la sostenibilità” intende concentrare il dibattito su alcuni temi specifici ma di valenza generale, che permettono già oggi di pensare a efficaci soluzioni.

In Piemonte oltre 40mila aziende dal 2016 hanno investito in tecnologie e prodotti a basso impatto, e nel 2020 il 15% degli occupati ha svolto un green job. Questi nuovi lavori stanno, sia pur lentamente, crescendo e nei prossimi quattro anni le competenze green saranno richieste nel 38% dei casi.

Affrontare un problema come il cambiamento climatico richiede una collaborazione senza precedenti tra nuovi saperi e lavoro. Tale sfida esige che si creino nuovi consumi, nuovi modi di produrre, nuove tecnologie, nuove culture, nuovi modi di organizzare il mondo. L’esigenza di una profonda trasformazione del nostro sistema economico è universalmente avvertita. Infatti, l’impatto sull’ambiente e sulle stesse condizioni di vita delle persone conseguente al modello di produzione industriale, all’incremento della popolazione e dei suoi consumi energetici richiede un ripensamento da molti invocato come urgente e radicale. Questo genera tensioni e contrasti di rilevanza geopolitica: non si confrontano, infatti, soltanto diverse soluzioni tecnologiche, ma modelli di vita e di organizzazione sociale che derivano dalle diverse condizioni di vita delle popolazioni e ancor più da diversi riferimenti culturali che hanno connotato la loro storia. La Settimana del Lavoro 2022 organizzata dall’Ismel è un passo verso la sostenibilità.

L’Ismel (Istituto per la Cultura e la Memoria del Lavoro), lo ricordiamo, è stato fondato nel 2008, ed è un centro archivistico-bibliotecario, di documentazione e ricerca, in cooperazione fra istituti culturali e realtà sociali, tra cui Cgil Cisl Uil Torino, Fondazione Gramsci, Fondazione Nocentini Istituto Salvemini, Città di Torino, Unione Industriali Torino, Legacoop Piemonte, Api, Fca Centro Storico Fiat.

Tra gli appuntamenti della settimana segnaliamo quello di lunedì 21, ore 10.00 - 13.00, con la presenza della vicesegretaria nazionale Cgil, Gianna Fracassi, che interverrà al dibattito su “La governance per una transizione ecologica”.

Martedì 22, al mattino, l’appuntamento “Insieme per progettare il futuro. Le aspettative delle lavoratrici e dei lavoratori di Torino su lavoro, condizioni sociali e ambiente”. Cgil Cisl Uil di Torino, presenteranno i risultati di un’indagine che le confederazioni sindacali torinesi, in collaborazione con Ismel, hanno avviato nei mesi scorsi.

Infine, segnaliamo giovedì pomeriggio 24 marzo, il dibattito “Verso una agricoltura sostenibile e giusta”, con la partecipazione del segretario organizzativo Cgil Torino, Alberto Revel.

Tutti gli appuntamenti possono essere seguiti in diretta su youtube, mentre il programma completo si trova su www.settimanalavoro.it