Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'incontro

Su Whirlpool il Governo si impegna a garantire continuità occupazionale

Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

Secondo quanto riporta il comunicato della Fiom sull'esito del tavolo, saranno scongiurati i licenziamenti. I sindacati chiedono di passare rapidamente dalle parole ai fatti. Venerdì 29 ottobre è sciopero nazionale con manifestazione a Varese

Ennesima giornata di passione per gli operai della Whilpool di Napoli. Partiti all'alba con pullman e treni alla volta di Roma, hanno manifestato nel centro della Capitale e presidiato il dicastero di via Molise mentre, all'interno, si svolgeva il tavolo sul loro futuro. "Nell’incontro di oggi - scrive la Fiom al termine dell'appuntamento - il viceministro Todde, che ha presieduto la riunione, ci ha detto che l’impegno del Governo è quello di garantire la continuità occupazionale e quindi di scongiurare i licenziamenti anche attraverso provvedimenti straordinari; tale impegno è stato poi confermato dal Ministro Orlando, intervenuto a fine incontro.

Leggi anche

La vertenza

Whirlpool, presidio al Mise

Sono arrivati in 200 dal sito di via Argine, nel capoluogo partenopeo, per manifestare mentre nel palazzo si svolge il tavolo. Ennesimo settimana calda per il futuro di questi lavoratori, in lotta da due anni

In pratica il Ministero dello Sviluppo economico delinea l’intenzione o di anticipare la costituzione del Consorzio o di costituire un altro soggetto finalizzato a traghettare i lavoratori al progetto di rilancio del sito, fermo restando la necessità di una collaborazione da parte di Whirlpool e più in particolare la conferma della disponibilità già dichiarata ad effettuare la cessione di azienda. Occorre passare rapidamente dagli impegni politicI ai provvedimenti concreti e ci aspettiamo che ciò avvenga già al prossimo incontro di lunedì 25.

(Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom)

Al Ministro Giorgetti in partenza per gli Usa - scrivono le tute blu della Cgil - chiediamo anche di incontrare i vertici della multinazionale. Nei prossimi giorni ci saranno assemblee informative in tutti gli stabilimenti del gruppo, venerdì 29 ottobre è indetto uno sciopero nazionale con manifestazione a Varese. Sarà una manifestazione non solo contro la decisione della multinazionale di avviare i licenziamenti, ma finalizzata a rivendicare un piano industriale per tutti gli stabilimenti italiani, e anche rivolta al Governo italiano, affinché assumano atti conseguenti alle promesse fatte".

(Rosario Rappa, segretario generale Fiom Napoli)