In evidenza:
Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Fp Cgil: grave attacco di Salvini alla polizia locale

Fp Cgil: grave attacco di Salvini alla polizia locale
  • a
  • a
  • a

"Grave, gratuito e ingiustificato attacco del leader della Lega Salvini, mosso in maniera dura e irriverente, alla Polizia locale". A denunciarlo è la Fp Cgil in merito a quanto affermato da Matteo Salvini durante la trasmissione 'Non è l'arena' de La7, aggiungendo che: "Ci amareggia ma non ci sorprende una tale iniziativa denigratoria nei confronti delle lavoratrici e dei lavoratori della polizia locale che, a detta di Salvini, 'farebbero ridere' a presidiare una zona rossa per le misure di contenimento del Covid-19. Lavoro che, a parer suo, va invece affidato ai militari, alla Polizia di Stato e ai carabinieri".

Per il sindacato, "se il senatore Salvini fosse stato più attento quando era ministro, forse avrebbe compreso e imparato le tantissime funzioni, attività e compiti a cui assolvono con responsabilità, professionalità e senso del dovere i lavoratori dalla Polizia Locale. Attività che per quanto attiene le funzioni di pubblica sicurezza e di polizia giudiziaria non sono svolte per il 'sindaco' ma per le competenze dello Stato facendo capo alle prefetture, alle questure e alla magistratura".

"Sfugge a Salvini - prosegue la Fp Cgil -, in questa rincorsa alla propaganda politica, che dall'inizio della emergenza Covid-19, su disposizioni del ministro dell'Interno, la Polizia locale è impegnata nella attività di controllo e di contenimento dell'epidemia al pari delle altre forze di polizia statale e che sta avendo i suoi morti per l'espletamento di tale servizio e i suoi tanti contagiati per aver contratto il virus. Non sa o fa finta di non sapere, che questi lavoratori della Polizia hanno assolto dalla prima ora tali attività addirittura senza i dispositivi di protezione individuale che invece avevano le altre forze dell'ordine. Non sa o fa finta di non sapere che mentre la Polizia locale svolge tutte le attività delle polizia statale questi lavoratori sono ancora privati delle tutele assistenziali, previdenziali e infortunistiche che hanno i loro colleghi statali".

La storia della Polizia Locale di questo paese, aggiunge, "è caratterizzata dalla professionalità, dalla autonomia e dal coerente attaccamento alla difesa dei diritti dei cittadini e del territorio nel rispetto delle leggi che hanno visto sempre questi lavoratori impegnati senza risparmiarsi come sta avvenendo in questa emergenza nazionale. Quanto dichiarato dal leader della Lega è gravissimo, lesivo della professionalità e della dignità dei lavoratori della Polizia Locale e offensivo delle vittime del lavoro di controllo e di contenimento del Covid-19, dei morti e dei contagiati e delle loro famiglie", conclude la Fp Cgil.