In evidenza:
Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Edilizia

Decreto semplificazioni, no a ritorno al passato

Cantiere © Marco Merlini Lucca, 6 settembre 2020 Cantiere
Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

La Fillea Cgil sulle Linee guida in attuazione dell'articolo 48 del decreto 77/2021: "Oggi le priorità sono quelle di un reale rafforzamento delle stazioni appaltanti, bene il richiamo alle massime tutele lavoratori"

                  

“Premesso che il ricorso all’appalto integrato non ci ha mai molto convinto e nel tempo ha prodotto più danni che benefici, sia in termini di finanza pubblica che di trasparenza, oggi le priorità sono quelle di un reale rafforzamento delle stazioni appaltanti, pagando di più tecnici e offrendo prospettive di carriera a ingegneri e architetti nelle PP.AA.  Bene quindi l’accelerazione annunciata per un piano straordinario di formazione per i Rup.” E’ il commento della Segreteria Nazionale Fillea Cgil alle Linee guida in attuazione dell’art. 48 del decreto semplificazioni 77/2021, illustrate oggi dal Ministero delle Infrastrutture e Mobilità Sostenibili alle parti sociali. :

Sui temi più squisitamente sindacali presenti nelle Linee Guida “bene i richiami, non solo al rispetto massimo sulla sicurezza di chi opererà in cantiere sin dalla fase di fattibilità e progettazione ma anche il riconoscimento degli accordi sindacali vigenti di cui le stazioni appaltanti dovranno tenere conto, comprese le nuove norme su sub appalti e sulla corretta indicazione dei Contratti nazionali da applicare sin dalla definizione dei bandi” conclude la nota degli edili Cgil.