Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Istruzione

Lazio, 11 gennaio sciopero degli studenti

Studenti, flash mob al ministero:
Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

Nelle superiori stop della didattica a distanza e in presenza. La mobilitazione indetta per denunciare "la condizione in cui versa la scuola pubblica che, dopo decenni di tagli e disinvestimenti, si ritrova priva degli strumenti necessari per garantire un rientro in sicurezza"

Lazio: gli studenti e le studentesse hanno deciso di indire lo sciopero della didattica a distanza e in presenza per lunedì 11 gennaio. La decisione arriva dalla Rete degli studenti medi  dopo che, si legge in una nota, "si è preso atto della condizione in cui versa la scuola pubblica che, dopo decenni di tagli e disinvestimenti, si ritrova priva degli strumenti necessari per garantire un rientro in presenza e in sicurezza".

Il dibattito politico nel Paese si è incentrato, spiegano gli studenti, "sui continui rinvii della data di apertura delle scuole, più che sulle misure necessarie per garantire un ritorno in sicurezza. Gli interventi sui trasporti, sugli spazi e sul tracciamento che più di duecento rappresentanti degli studenti avevano chiesto a dicembre sono stati solo parziali e le misure per ridurre l’impatto negativo dello scaglionamento orario sulla vita degli studenti sono ancora troppo poche".

"Vogliamo la scuola in presenza, una scuola sicura e vivibile, vogliamo un sistema di trasporti  efficiente con degli investimenti mirati che possano seriamente sopperire alle mancanze di tutti questi anni, vogliamo un sistema di tracciamenti efficace e  che si investa per risolvere il problema delle pessime connessioni delle scuole", termina la nota.