Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

​#Effepiù, quando la platea è social

?#Effepiù, quando la platea è social
Foto: c3p5aisxaaaygrh_5253.jpg
Giorgio Saccoia, Federica Cametti e Matteo De Marino
  • a
  • a
  • a

Cifre e considerazioni relative a un esperimento di comunicazione. Una base di partenza che segna anche un modo diverso di concepire e costruire le iniziative sindacali, più aperte alla partecipazione e al contributo delle reti digitali

Mille e trecento delegate e delegati stipati all’interno del teatro Brancaccio di Roma. Ma in tanti costretti anche fuori, perché troppo pieno, a seguire dagli smartphone e dai tablet la diretta Facebook. Sono le immagini che abbiamo visto e vissuto sabato 28 gennaio, ma che non raccontano tutto: #effepiù – l'assemblea delegate e delegati della Fp Cgil “Diritti, contrattazione, rappresentanza” – segna anche una pagina nuova per il sindacato e nel suo rapporto con la Rete.

L'imposizione di un hashtag #effepiù, la diretta su Facebook dalla pagina @funzionepubblicacgil, il live tweeting sulla piattaforma di Jack Dorsey, il “dietro le quinte” su Instagram e i messaggi su WhatsApp e Telegram. Queste le scelte editoriali fatte e costruite nel corso dell'ultimo mese. Ma sarebbero rimaste soltanto “scelte” se non ci fossero stati i contenuti prodotti, le condivisioni e le interazioni generate, i commenti e la partecipazione social nel corso della settimana e, soprattutto, il picco raggiunto il 28 gennaio.

L'obiettivo era quello di rendere tutti protagonisti, attraverso l’utilizzo dei social media per generare un racconto corale della giornata #effepiù, e non solo chi ha avuto la possibilità di parlare dal palco del teatro romano. Proiettando post in sala, producendo la possibilità di interagire con questi direttamente dal palco, stimolando la partecipazione e l'interazione, si è dato vita a un esperimento riuscito, una base di partenza che segna anche un modo diverso nella costruzione di un’iniziativa sindacale. E sono i numeri delle piattaforme utilizzate per la narrazione della giornata a dimostrarlo.

Partiamo dalla diretta Facebook, che ha totalizzato, spulciando gli insights della pagina,  circa 10.500 persone uniche che l'hanno visualizzata, per 12.600 visualizzazioni del video dal 28 gennaio a oggi per oltre 9.800 minuti di visualizzazione. Il tutto per più di 47 mila persone raggiunte e un numero di interazioni con i post che al momento tocca le 2.100. Numeri costruiti prevalentemente nelle scelte editoriali fatte lungo la settimana e che hanno “piegato” la pagina nazionale della Funzione pubblica in un'operazione di stimolo e spinta verso l'assemblea, con l'obiettivo di produrre engagement. Un lavoro che ha generato una copertura, ovvero il totale delle persone raggiunte, pari a 227.259, per un numero di interazioni con i post di 38.464, tra il 23 gennaio e il 29 gennaio.

Su Twitter l'operazione messa in campo è stata quella di rilanciare i contenuti prodotti da chi era in sala e da chi ci seguiva da fuori, per generare un racconto collettivo dell'assemblea. L'hashtag individuato #effepiù si è imposto nella giornata come trending topic, raggiungendo la quarta posizione stabile lungo la mattinata. I tweet rilanciati dall'account della Fp Cgil nazionale nel corso della giornata di sabato hanno prodotto, monitorando Twitter analytics, 16.760 visualizzazioni, raggiungendo circa 400 mila utenti unici per oltre 1.600 tweet (fonte Tweetchup).

Una platea social di un certo spessore, base di partenza (nonché stimolo alla riflessione) per la costruzione di future iniziative sindacali aperte al contributo delle reti digitali, allargando così, in maniera più che esponenziale, il perimetro del coinvolgimento e della partecipazione.

LEGGI ANCHE Fp Cgil: contratti e referendum, le nostre sfide