In evidenza:
Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Carcere Dozza, lavoratrici della mensa senza stipendio

Carcere Dozza, lavoratrici della mensa senza stipendio
Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

Filcams Cgil: non hanno ancora ricevuto né lo stipendio di novembre, né la tredicesima mensilità. "Paradossale che lavoratrici in appalto del ministero della Giustizia abbiano tutte queste difficoltà"

Feste di Natale senza stipendio, né tredicesima, per le lavoratrici della mensa interna al carcere Dozza di Bologna. Nella casa circondariale, il servizio di ristorazione per il personale operante nel carcere é gestito in appalto dall'azienda bergamasca J.D Service. Nella mensa operano 5 addette, "ormai esasperate da mesi di continui ritardi nel pagamento delle loro retribuzioni. All'oggi infatti non hanno ancora ricevuto né lo stipendio di novembre, né la tredicesima mensilità". È quanto si legge in una nota sindacale.

Un Natale amaro quindi per le lavoratrici. Oggi, spiega Daniela Dessì della Filcams Cgil, “abbiamo mandato l'ennesima richiesta di pagamento, sia alla J.D Service che direttamente alla direzione della casa circondariale. E' veramente un paradosso che lavoratrici operanti in un appalto del ministero della Giustizia abbiano tutte queste difficoltà nel percepire quanto gli è dovuto”.