Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Mobilità

Bus e metro, il 25 febbraio è sciopero nazionale

Coronavirus, storie quotidiane © Marco Merlini Roma, 11 marzo 2020 La vita dopo le norme sanitarie varate dal Governo
Foto: Marco Merlini
  • a
  • a
  • a

Lo proclamano i sindacati per il rinnovo del contratto collettivo nazionale Autoferrotranvieri Internavigatori e per il miglioramento delle condizioni di lavoro

Nuovo sciopero nazionale, questa volta di 24 ore, il prossimo 25 febbraio nel trasporto pubblico locale. A proclamarlo unitariamente Filt Cgil, Fit Cisl, Uiltrasporti, Faisa Cisal e Ugl Autoferrotranvieri per "il rinnovo del contratto collettivo nazionale di lavoro Autoferrotranvieri Internavigatori (Mobilità Tpl) e per il miglioramento delle condizioni lavorative, sia normative che salariali".

"Dopo il precedente sciopero dello scorso 14 gennaio le aziende del settore, rappresentate dalle associazioni datoriali Asstra, Agens e Anav - denunciano le organizzazioni sindacali - non hanno nemmeno dimostrato la buona volontà di procedere ad una convocazione per individuare un percorso concreto e risolutivo, segno evidente della volontà di rinviare quanto più possibile la soluzione della controversia e il confronto per il rinnovo del ccnl".

"Alla luce di questa situazione di stallo e in considerazione delle ingenti risorse pubbliche già stanziate per il settore - affermano infine -, è necessario che le istituzioni interessate, a cominciare dal ministero dei Trasporti e della mobilità sostenibili, intervengano, anche al fine di vincolare una parte delle stesse risorse al rinnovo del ccnl, diritto non più rinviabile per tutti i lavoratori e le lavoratrici del settore".