Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Firenze

Giga Grandi Cucine chiude, 11 ottobre tavolo in Regione

Foto: www.facebook.com/CgilFirenze/
  • a
  • a
  • a

La multinazionale Middleby dismette lo stabilimento di Scandicci e licenzia i 41 lavoratori. Fiom: "A gennaio scade la cassa integrazione, occorre agire subito"

Sciopero in corso oggi (venerdì 8 ottobre) dei lavoratori della Giga Grandi Cucine di Scandicci (Firenze). A motivare la protesta, indetta dalla Fiom Cgil e dalla Rsu, la fine il 2 gennaio 2022 della cassa integrazione per i 41 dipendenti dell’azienda di attrezzature industriali per la ristorazione, di proprietà dal 2008 della multinazionale americana Middleby Corporation, che nei mesi scorsi aveva annunciato la messa in liquidazione della società e il conseguente licenziamento del personale.

Lunedì 11 ottobre è previsto un tavolo di crisi presso la Regione Toscana con sindacato e azienda, per l’occasione Fiom e Rsu hanno organizzato un presidio a Firenze (in piazza Duomo). “Ad agosto il direttore del sito produttivo si è dimesso, ma i 41 dipendenti, in cassa integrazione, hanno portato avanti la produzione in autogestione”, spiega la Fiom: “Le attrezzature e le competenze per produrre piani cottura e altri accessori per nautica, camper e treni ci sono, però a gennaio gli ammortizzatori finiranno e non ci sono possibilità di attivare nuovi ammortizzatori sociali. Da mesi poniamo, e con noi le istituzioni, domande a Middleby sul futuro dello stabilimento, ma che ancora una volta rimangono senza risposta”.