Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Dopo la proroga ai licenziamenti

Cgil Basilicata, decisiva la nostra mobilitazione

«Ri-Evoluzione»: la Basilicata delle persone a congresso
  • a
  • a
  • a

Summa: "Un po' di respiro per i 100 mila addetti del manifatturiero in tutta la Regione. Adesso si passi alla riforma degli ammortizzatori sociali, priorità indispensabile e non più rinviabile"

"I sindacati uniti sono riusciti a portare a casa, dopo una lunga trattativa, un risultato importante: è stato prorogato lo stop ai licenziamenti per il tessile, la moda e il calzaturiero. Un po' di respiro per un indotto che in Basilicata arriva fino a 100 mila addetti". È quanto afferma il segretario generale Cgil Basilicata, Angelo Summa.

"Le altre aziende in crisi - aggiunge il dirigente sindacale - devono utilizzare tutti gli ammortizzatori sociali prima di licenziare.  Ora inizia la vera partita sulla riforma degli ammortizzatori sociali, indispensabile e non più rinviabile. Un risultato frutto della mobilitazione dei lavoratori e dei pensionati che hanno riempito le nostre piazze di sabato scorso quando la discussione sembrava ormai chiusa".

"Il governo è stato obbligato a sedersi al tavolo e a trovare soluzioni con le parti sociali, piegando Confindustria. Ora la riforma degli ammortizzatori sociali è la priorità e il governo si è impegnato a farla insieme a noi", conclude il leader della Cgil regionale.