Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

L'accordo

Rinascente, una vittoria importante

Genova, comincia la battaglia per La Rinascente
  • a
  • a
  • a

Aiello (Filcams Cgil Palermo): “Dopo mesi di trattative, i lavoratori e le lavoratrici festeggiano assieme alla città. L'intesa raggiunta salvaguarda tutti i 150 posti di lavoro del gruppo e deve essere un punto di partenza per la rinascita del commercio nel centro antico”

“E' arrivata la firma. Esprimiamo soddisfazione. Adesso i lavoratori possono festeggiare e festeggia tutta la città. Tenere un'azienda come la Rinascente a Palermo, in un momento difficile come quello che stiamo vivendo, è di fondamentale importanza”. E' quanto afferma il segretario generale Filcams Cgil Palermo, Giuseppe Aiello, esprimendo soddisfazione per la firma dell'accordo e la conclusione positiva della vertenza Rinascente, con la salvaguardia dei 150 posti di lavoro.

“L'accordo è per nove anni, poi si vedrà. Il nostro impegno è di continuare a vigilare per la tutela e la salvaguardia dei livelli occupazionali. E' una vittoria utile ai lavoratori e una vittoria per la città – prosegue il dirigente sindacale –. Ha prevalso il senso di responsabilità delle parti. Il pensiero va innanzitutto alle lavoratrici e ai lavoratori, che hanno lottato con responsabilità e dignità per difendere il loro posto di lavoro e attendevano con ansia la sigla finale dell'accordo. Siamo stati e saremo sempre al loro fianco”.

“Come Filcams – continua il sindacalista -, da quando si è verificato tra le parti lo scontro sull'affitto, considerato troppo alto da Rinascente, non abbiamo lasciato nulla al caso, avendo intuito subito la gravità di ciò che stava accadendo e delle possibili drammatiche conseguenze. Ci siamo attivati con tutte le azioni sindacali possibili, coinvolgendo immediatamente le Istituzioni, Comune di Palermo e Ministero del Lavoro, che hanno poi avuto un ruolo importante per la conclusione positiva della vicenda”.

“Se Rinascente fosse andata via, per questo pezzo di centro storico sarebbe stato un disastro. L'avere evitato – aggiunge l’esponente Cgil - che la sede di via Roma chiudesse i battenti, deve essere punto di partenza per la ripresa commerciale e la riqualificazione del tessuto produttivo di quest'asse del centro storico, dove sono troppe le saracinesche abbassate. Nella prima fase di questa dura vertenza, siamo stati solerti a lanciare l'allarme, con una protesta che richiamasse l'attenzione di tutti”.

“Il Comune ha fatto un lavoro encomiabile, così com’è stato fatto un buon lavoro da parte del ministero. Vogliamo ringraziare i lavoratori per il grande impegno dimostrato e sottolineare il senso di responsabilità delle parti che, dopo mesi di trattative, hanno individuato la strada da percorrere per firmare questa intesa, superando una distanza che sembrava incolmabile. Adesso lo sforzo di tutti deve proseguire per fare rinascere il commercio nel centro antico di Palermo", conclude Aiello.