In evidenza:
Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Piemonte

Il lavoro non si tocca

Torino, proseguono gli scioperi metalmeccanici contro i licenziamenti

Torino, proseguono gli scioperi metalmeccanici contro i licenziamenti

Embraco, ultimo schiaffo. Giorgetti: proposta Italcomp non perseguibile

LA vertenza

Embraco, ultimo schiaffo. Giorgetti: proposta Italcomp non perseguibile

Giorgio Sbordoni

Beffa per la fabbrica piemontese e per l'altro stabilimento a Mel in Veneto, che sull'idea di un grande polo di produzione di compressori per frigorifero avevano riposto le speranze di rinascita e garanzia per 700 lavoratori ormai sull'orlo del baratro. "Siamo alla commedia se non alla farsa! Spettacolo deprimente sulla pelle dei lavoratori!", il commento di Stefano Bona, segretario Fiom di Belluno

Landini ha annunciato un presidio il 28 maggio: Cgil, Cisl e Uil davanti al Parlamento per chiedere sicurezza e difendere il lavoro

La mobilitazione per la sicurezza

Landini ha annunciato un presidio il 28 maggio: Cgil, Cisl e Uil davanti al Parlamento per chiedere sicurezza e difendere il lavoro

Giorgio Sbordoni

Oggi e nei prossimi giorni assemblee e presidi indetti dai sindacati per costringere il paese e il governo a riflettere sul drammatico bilancio dei morti sul lavoro. Erano 185 al 31 marzo. Nell'ultimo mese a riportare l'attenzione pubblica su un tema per il quale le confederazioni si battono ogni giorno, la morte della giovanissima operaia tessile a Prato e l'esplosione a Gubbio, costata la vita un ragazzo di 19 anni e a una sua collega. Maurizio Landini ha parlato in un'azienda di Eboli, la Kiwi sud

Le 4oo lettere di licenziamento degli operai Embraco, un monito per il governo

La vertenza

Le 4oo lettere di licenziamento degli operai Embraco, un monito per il governo

"Queste lettere sono il risultato delle chiacchiere di quattro governi", hanno detto i lavoratori appendendole in bella vista in piazza Castello, dove è in corso da ieri un presidio permanente davanti al palazzo della Regione Piemonte. L'unico progetto che potrebbe risolvere la vertenza, dando continuità occupazionale ai 400 dell'azienda piemontese e ai 300 della Acc di Belluno, è Italcomp. Altrimenti, per gli ex Embraco, dal 22 luglio scatteranno i licenziamenti

Vai all'archivio