Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

La giornata

Ddl Zan e molto di più: non un passo indietro. La Cgil Marche aderisce alla mobilitazione

Cgil Marche, in aumento gli iscritti (+0,7 per cento)
Foto: fotografia di Cgil Marche
  • a
  • a
  • a

La Cgil Marche aderisce alla mobilitazione per sostenere l’approvazione del Ddl Zan e parteciperà alle manifestazioni promosse nelle Marche che si svolgeranno oggi pomeriggio ad Ancona e Pesaro.

“Il Ddl Zan deve essere approvato subito, senza ulteriori  modifiche e senza passi indietro. Peraltro il provvedimento riguarda anche il lavoro e tutte le persone discriminate sul lavoro, perché diritti sociali e diritti civili devono andare avanti insieme”, dichiarano Daniela Barbaresi, segretaria generale della Cgil Marche e Cinzia Massettiresponsabile regionale dell’Ufficio Nuovi Diritti della Cgil.

Il sindacato crede che sia necessaria l’approvazione del diegno di legge, oggi ostaggio delle forze conservatrici e reazionarie in Parlamento e nel Paese, perché contiene interventi utili a contrastare le discriminazioni e i crimini di odio e può contribuire a diffondere la cultura dell’uguaglianza e del rispetto. La sua approvazione immediata è più che mai necessaria ancora più se consideriamo il ritardo rispetto alle linee guida dell’Europa e alla legislazione degli altri Paesi.

Una legge importante che però da sola non sarà sufficiente se fenomeni come l’omolesbobitransfobia, l’abilismo e il sessimo non vengono affrontati soprattutto attraverso l’educazione, la formazione, il contrasto all’esclusione dal lavoro, il welfare universale e servizi pubblici all’altezza dei bisogni delle persone.

"Per questo - si legge nel comunicato - saremo in piazza assieme a tutte le associazioni e a cittadine e cittadini che credono nella libertà, nei diritti, nelle parità  e nella solidarietà".