Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

sfruttamento

La denuncia

Prato, picchiati e sfruttati nell'inferno di una pelletteria. Cinghiate sulle mani a chi sbagliava

Giorgio Sbordoni

Percosse, minacce, umiliazioni. Dormitori sovraffollati in tempi di covid. Macchinari pericolosi, nello stesso territorio dove è morta Luana D'Orazio. Turni massacranti di 15 ore al giorno, sei giorni la settimana, per uno stipendio di 800 euro al mese. Nessun diritto sindacale, né malattia, ferie, riposi. Poi tre lavoratori africani hanno trovato il coraggio di denunciare grazie alla Filctem Cgil. "Purtroppo è un sistema", ci spiega Massimiliano Brezzo, segretario dei tessili pratesi