Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

Giornale Radio del Lavoro Edizione delle 18:00

  • a
  • a
  • a

A cura di Davide Colella

Bentrovati all’ascolto del notiziario di RadioArticolo1. In studio Davide Colella.   Lotta all’ora di cena. Il segretario generale della Cgil, Maurizio Landini,  ospite su Raidue della trasmissione "Che tempo che farà", racconta in tv le principali vertenze ancora bloccate al Ministero dello sviluppo economico: da Alitalia a Unicredit, da Embraco ad ArcelorMittal, 160 tavoli che necessitano di soluzioni per dare risposte al mondo del lavoro. Ascoltiamo un estratto della sua intervista. (sonoro) Domani mattina a Roma, in piazza Santi Apostoli, ultimo appuntamento con la mobilitazione di Cgil, Cisl e Uil per ottenere un miglioramento della legge di bilancio. Diretta su RadioArticolo1 dalle 10.   Alla sbarra. Rinviato a giudizio il titolare della Icoimel srl di Caltanissetta, Luigi Spigarelli, per l’incidente sul lavoro occorso a un proprio dipendente durante un intervento di manutenzione per conto dell’Enel. Nell’agosto 2016 l’operaio era precipitato da un traliccio dell’alta tensione.   Binari sbarrati. Sciopero in vista per i ferrovieri liguri. L’incontro dei sindacati con la direzione regionale di Trenitalia non ha ottenuto risposte sulle carenze di organico. Per il personale impossibile smaltire le ferie accumulate e ridurre il monte ore straordinario necessario alla copertura quotidiana dei servizi.   Sulla pelle di chi lavora. La Fondazione Sacra Famiglia taglia salari e diritti imponendo il passaggio a un contratto nazionale meno vantaggioso. Il servizio di Avevano già rinunciato a 4 festività e subìto una riduzione del premio di produzione. Per gli operatori dei servizi di assistenza e riabilitazione a persone con disabilità il 2020 segnerà una ulteriore perdita di indennità di turno, maggiorazioni festive e notturne, orario di lavoro e indennità di malattia. La Funzione Pubblica Cgil stima che la Sacra Famiglia possa risparmiare un milione e mezzo di euro all’anno. La Fp di Varese difende il personale della sede di Cocquio Trevisago, per la segretaria Gianna Moretto “non solo si vogliono ridefinire i costi del personale ma proprio togliere la pelle alle lavoratrici e ai lavoratori e noi non ci stiamo. Per ognuno dei 1.800 lavoratori si tratterebbe di una perdita di tremila euro.     Tutti fermi. Sciopero e presidio domani alla Goldoni di Migliarina di Carpi, nel Modenese. La mobilitazione a sostegno della richiesta alla proprietà di presentare un piano industriale che, a distanza di oltre tre anni dall’acquisizione da parte della multinazionale cinese Lovol Arbos, assicuri un reale sviluppo produttivo nello stabilimento e un futuro occupazionale ai 240 dipendenti e ai 16 lavoratori dell’appalto della logistica.   A ritmo ridotto. Sottoscritta al Ministero del Lavoro la proroga dei contratti di solidarietà per lo stabilimento milanese Electrolux di Solaro fino al 23 settembre 2020. Confermato il piano sociale per l'impianto, che stabilisce un'incentivazione all'esodo a favore dei lavoratori che risolveranno il proprio contratto.   Privi di diritti. Avevano fondato un sindacato dei minatori per ottenere più diritti e salari migliori ma il loro datore di lavoro ha iniziato a licenziarli uno dopo l’altro. Accade a Bulqiza, agli addetti di una cava dell’Albania orientale. Lanciata una petizione internazionale per chiedere al governo dei provvedimenti per ristabilire le tutele dei lavoratori. Per aderire, Labourstart.org.   Il nero perde sempre. Il sindacato dei giornalisti Stampa Romana ha chiesto l’intervento del ministro dell’interno Lamorgese per le minacce ricevute dal cronista Andrea Palladino per aver sollevato il caso dei "ringraziamenti" a Ordine nuovo da parte di organizzazioni neo-fasciste in occasione dei 50 anni della strage di piazza Fontana. Per l’associazione dei lavoratori, evidente come l'organizzazione neofascista, sciolta nel '73, stia rialzando la testa.   Francesca Serio. Sugli scaffali la vicenda umana e giudiziaria della madre di Salvatore Carnevale, il sindacalista barbaramente ucciso dalla mafia il 16 maggio 1955. Il racconto di Franco Blandi è una fedele ricostruzione della storia della prima donna a denunciare apertamente la mafia. Navarra Editore.   È tutto. Per riascoltarci e saperne di più RadioArticolo1.it