La fase di raccolta dei questionari è conclusa.

Ringraziamo tutte le lavoratrici e i lavoratori che hanno partecipato all’inchiesta.

È in corso la fase di analisi delle risposte e i primi risultati saranno presentati al Congresso nazionale della Cgil.

 

1. Obiettivi e metodologia

L’obiettivo dell’inchiesta è quello di indagare le condizioni delle lavoratrici e dei lavoratori partendo dalla loro esperienza e dal loro punto di vista, per comprendere i bisogni e le aspettative per migliorare il mondo del lavoro e l’azione del sindacato.

L’inchiesta è promossa dalla Cgil nazionale e coordinata dalla Fondazione Di Vittorio in collaborazione con tutte le categorie sindacali della Cgil

L’inchiesta è condotta attraverso:
•  un gruppo di ricerca inter-disciplinare a cui partecipano ricercatrici e ricercatori esperti di scienze sociali, economiche e statistiche della Fondazione Di Vittorio, Università ed Enti di ricerca pubblici, Istituti di ricerca e Uffici studi delle categorie sindacali;
•  un comitato di pilotaggio nazionale a cui partecipano tutte le categorie sindacali (Filcams, Filctem, Fillea, Filt, Fiom, Fisac, Flai, Flc, Fp, Nidil, Slc, Spi);
•  la collaborazione con le strutture sindacali territoriali, con le Camere del lavoro, il patronato Inca, i servizi del Caaf e altre organizzazioni collaterali della Cgil.
 

2. A chi si rivolge

Tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori possono partecipare all’inchiesta, considerando tutti i settori pubblici e privati, tutte le tipologie contrattuali (lavoro a tempo indeterminato, a termine, in somministrazione, autonomo) e anche chi è senza contratto o disoccupata/o.
 

Che lavoro fai?
Con che tipo di contratto?

3. Il questionario

L’inchiesta è condotta attraverso un questionario a risposte chiuse.
I temi indagati sono i seguenti:
•  il lavoro svolto, il profilo contrattuale e occupazionale;
•  il contesto dell’impresa/ente e del settore;
•  l’organizzazione del lavoro;
•  le condizioni di lavoro;
•  il rapporto con il sindacato;
•  le informazioni anagrafiche ed economiche delle/degli intervistate/i.

La lunghezza del questionario è stata definita al fine di garantire un equilibrio tra la facilità di compilazione e la raccolta di informazioni per un’analisi approfondita.
 

Sei soddisfatto delle condizioni in cui si svolge il tuo lavoro?

4. Online e in versione cartacea

Il questionario si può compilare online cliccando qui. È disponibile anche una versione cartacea rivolta a chi potrebbe avere delle difficoltà nell’utilizzo di computer e telefonini, ed è dunque consigliato il supporto di un funzionario/a o delegato/a sindacale per aiutare gli intervistati/e nella compilazione del questionario.

La versione cartacea è disponibile in formato pdf cliccando qui.

Il file andrà scaricato dai funzionari/e e delegate/i della Cgil, stampato e distribuito alle lavoratrici e lavoratori. I questionari saranno compilati dalle lavoratrici e lavoratori e consegnati in busta chiusa, per garantire l’anonimato. I funzionari/e e delegate/i della Cgil provvederanno alla raccolta dei questionari, che andranno spediti in un unico plico al seguente indirizzo: “Fondazione Di Vittorio, Via di Santa Teresa 23, 00198, Roma” con intestazione “Inchiesta lavoro”, indicando nel mittente: “Nome e Cognome del funzionario/a o delegata/o, Ruolo Sindacale/Struttura sindacale Cgil (es. categoria Cgil o CdL)” e inviando un’email a “inchiesta@fdv.cgil.it” per comunicare l’invio dei questionari.

L’inchiesta online è aperta fino ad agosto 2022 ma la consegna dei questionari cartacei deve essere fatta entro il 15 giugno 2022 per consentire l’archiviazione dei dati.
 

5. Come diffondere il questionario

La metodologia si basa sulla partecipazione e l’inclusione come orientamenti scientifici e sindacali per configurare un percorso di co-ricerca, con l’obiettivo di favorire il coinvolgimento attivo delle lavoratrici, lavoratori, delegate/i, attiviste/i e funzionarie/i sindacali.
Il questionario sarà promosso attraverso le strutture della Cgil, con la collaborazione delle categorie, del patronato, delle Camere del lavoro, e dei i canali di comunicazione online.

Si possono utilizzare diversi strumenti per diffondere il questionario, come ad esempio:
•  invio tramite email, mailing list, canali social, gruppi online, siti web;
•  presentare l’inchiesta nell’ambito di assemblee, riunioni, seminari (online e in presenza);
•  favorire la distribuzione dell’inchiesta nei luoghi di lavoro, nei territori, nelle Camere del lavoro;
•  aiutare i soggetti più esclusi dalle reti di rappresentanza a compilare il questionario e raccontare la propria esperienza attraverso l’inchiesta.

6. L’analisi dei risultati

I risultati dell’indagine saranno analizzati a livello complessivo e saranno inoltre condotti degli approfondimenti di livello settoriale e territoriale.

Le analisi focalizzeranno alcuni temi ritenuti particolarmente rilevanti, come ad esempio gli impatti della pandemia di Covid-19, le grandi tendenze in atto nel mondo del lavoro, la precarietà e il lavoro povero, le forme organizzative e le condizioni di lavoro, i rischi per la salute e sicurezza, le discriminazioni e le questioni di genere, la vulnerabilità dei soggetti più fragili, come i migranti, ecc.
Inoltre, saranno indagate le richieste di azione per il sindacato, a livello di strategie generali, di contrattazione nazionale e decentrata, di servizi di tutela individuale.

I risultati saranno presentati e diffusi pubblicamente per favorire una discussione collettiva.