Colletiva logo CGIL logo
Colletiva logo CGIL logo

La vertenza

Landini al presidio Saga Coffee: «Inaccettabili le aziende che prima prendono i soldi e poi scappano»

  • a
  • a
  • a

"Non ringraziate i sindacalisti ma spronateli a fare di più e meglio", ha detto il leader della Cgil a chi lo ringraziava per l'attenzione

Oggi Maurizio Landini, segretario generale della Cgil, ha visitato il presidio permanente delle lavoratrici e dei lavoratori della Saga Coffee a Gaggio Montano, azienda di macchine per il caffè per bar e ristorazione in provincia di Bologna.

Dopo l'annuncio di chiusura dello stabilimento da parte dell'azienda lo scorso 4 novembre, è partita la mobilitazione delle operaie e degli operai, sostenuti dai sindacati tra cui la Fiom Cgil, che chiedono al governo di salvare il proprio posto di lavoro.

(La diretta Facebook della Fiom Bologna)

"Non ringraziate i sindacalisti ma spronateli a fare di più e meglio". Il leader della Cgil ha risposto così alle lavoratrici e ai lavoratori che lo hanno ringraziato per essere andato al loro presidio permanente. "Inaccettabile il comportamento di queste aziende - dice Landini - che prima prendono i soldi e poi chiudono le fabbriche".

Leggi anche

Bologna

Gaggio Montano, Sa.Ga. Coffee: una vertenza che grida vergogna

Giorgio Sbordoni

Dopo l'annuncio della chiusura da parte della multinazionale è partito il presidio davanti ai cancelli. Le operaie, l'80 per cento della forza lavoro, insieme ai loro colleghi, non si arrendono, ma bisogna fare presto. "Vero esempio di resistenza, la Fiom è con voi", ha detto Francesca Re David in visita